Sessuologo online dating

24-Nov-2017 22:44

Mi diceva che era colpa mia perché sono aggressiva, mi ha fatto le pulci sulle parole che ho usato, sul fatto che io raccontassi le cose successe sui social».

In virtù del suo lavoro ha sottolineato come la cosa più difficile sia ogni tanto gestire le relazioni con l’attenzione dei social «che ci portano a scrivere e non a parlare a voce».

Non era cattivo, ma a un certo punto – nonostante le sue buone intenzioni – non gli ho più concesso di rivederci. Poi, visto che stava diventando insistente su Whats App, per sms e per telefono, l’ho bloccato: ok l’sessuale, cioè più sentimento e meno ginnastica».

Spiega: «Ho ridotto al minimo la mia scarsa capacità di fermarmi a pensare ai dettagli, nonchè di scrivere diari (perchè perdere tempo a raccontare a se stessi la propria vita quando la puoi sesso lo stesso.

Quando mi sono accorta che era fuori ho smesso di considerarlo.E aggiunge: «Spesso si portano avanti situazioni dove non si parla e non si dice cosa si pensa dell’altra persona: è un vortice senza fine».L’incontro tra Margot e Robert non ha funzionato «perché è stato troppo idealizzato e anticipato dalla chat», spiega il dottor Luca Pierleone, psicoterapeuta e sessuologo.Prima di quel fatidico episodio avevo scopato sempre e solo col mio ragazzo, Davide. Cercavamo la casa dei sogni, il nostro futuro nido d'amore e ci imbattemmo in una società immobiliare.Silvia, l'incaricata della ditta, una donna affascinante, ci mostrò alcuni immobili, l'ultimo dei quali fu decisamente di nostro gradimento. Entusiasmata dalla situazione e in uno status di particolare felicità baciai Davide e mi lasciai andare a intime effusioni nonostante ci fosse quella donna in giro per casa.

Quando mi sono accorta che era fuori ho smesso di considerarlo.

E aggiunge: «Spesso si portano avanti situazioni dove non si parla e non si dice cosa si pensa dell’altra persona: è un vortice senza fine».

L’incontro tra Margot e Robert non ha funzionato «perché è stato troppo idealizzato e anticipato dalla chat», spiega il dottor Luca Pierleone, psicoterapeuta e sessuologo.

Prima di quel fatidico episodio avevo scopato sempre e solo col mio ragazzo, Davide. Cercavamo la casa dei sogni, il nostro futuro nido d'amore e ci imbattemmo in una società immobiliare.

Silvia, l'incaricata della ditta, una donna affascinante, ci mostrò alcuni immobili, l'ultimo dei quali fu decisamente di nostro gradimento. Entusiasmata dalla situazione e in uno status di particolare felicità baciai Davide e mi lasciai andare a intime effusioni nonostante ci fosse quella donna in giro per casa.

Mai mi sarei aspettata che Silvia, all'improvviso, si fosse inserita tra di noi!